Gli appuntamenti per un venditore

 

Un leone nella savanaOgni giorno, una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più del leone…..
Recita così una filastrocca africana per indicare la legge della savana.
Il mercato si può ormai definire una savana, se non una giungla… certo dipende dal settore. Diciamo che ci rivolgiamo ai prodotti di largo consumo.
Cosa dovrebbe fare quindi giornalmente un venditore quando si sveglia? Non necessariamente iniziare a correre senza una meta, ma sicuramente andare dai clienti a cui proporre i suoi prodotti.
La savana propone i più vicini… quelli del proprio territorio.
Invece molti venditori non si spostano se non hanno l’agenda programmata da un Call center di appuntamenti che non conosce neppure la geografia di appartenenza.
Con quali risultati?
Chilometri percorsi, tempo impiegato, spese vive = costi elevati.
Contratti sottoscritti pochi o nulli e sempre più con difficoltà.
Per quale motivo non si cercano i clienti vicini?
Poca fiducia nel prodotto che si propone?
Poca fiducia in se stessi nel proporre a conoscenti e vicini?
Presupposto che l’appuntamento di un Call center sia migliore rispetto al cliente che si incontra nel proprio quartiere?
Il venditore ritengo non possa prescindere da questo approccio se si considera tale e voglia continuare a vendere giorno dopo giorno, magari con l’ausilio di qualche supporto tecnologico.

Rifletti ora e considera:

  • Quali sono gli ultimi 5 clienti che hai visitato nel tuo quartiere?
  • Come sei entrato in contatto?
  • Quando è stata l’ultima volta che sei entrato per comprare, ed uscito con una vendita?

Ricorda: Il cliente compra te, non il tuo prodotto! Iscriviti su Compromeglio.com e inizia a fare la differenza.

Advertisements