Com’è il tuo Personal Branding?

Il personal branding nella venditaQuando abbiamo parlato del “Venditore 2.0” abbiamo affrontato l’importanza di differenziarsi e creare una propria immagine identificativa attraverso il web e i social, coerente con il proprio modo di essere e lavorare.

Cosa significa esattamente e come si riesce a differenziarsi?

Nel web la differenziazione data da una propria immagine ben definita prende il nome di Personal Branding, come spiega chiaramente il noto Blogger e creativo Riccardo Scandellari nel suo libro “Fai di te stesso un brand”

Nella vendita un ottimo esempio di personal branding è Massimo Marucci, che ha racchiuso la sua immagine digitale all’interno di blog e profili social, tramite cui cui crea un legame ogni giorno più solido con i suoi clienti e contemporaneamente ne attira sempre di nuovi.

Il personal branding va lasciato impresso al proprio cliente anche con un gadget che riporti il proprio logo (bada che ho scritto il PROPRIO, non quello della mandante), con un modo di fare, un modo di dire, una firma specifica nelle mail.

Tutto può e deve fare Personal branding, mantenendo sempre una coerenza che identifichi la persona in modo univoco.

Ogni venditore deve essere prima di tutto un brand di se stesso, indipendentemente da settore di appartenenza, datore di lavoro o clienti a cui si rivolge.

Rifletti ora e considera:

  • Come vedi il tuo brand? Quando lo proponi ai tuoi clienti?
  • Sei identificato in maniera univoca dai tuoi clienti?
  • Hai uno stile che ti caratterizza?

Ricorda: Il cliente compra te, non il tuo prodotto! Iscriviti su Compromeglio.com e inizia a fare la differenza.

Annunci