Essere sui Social è davvero un’opportunità per le aziende?

Questa mattina ho letto un articolo molto interessante su WebHouse  scritto da Martina Guglielmi , dove si affronta il tema attualissimo dell’essere o meno presenti sui social con la propria attività professionale. L’articolo offre diversi spunti , idee e strumenti su questo tema: vi consiglio di leggerlo pensando a cosa fare oggi e cosa potreste fare domani 🙂

Partendo da questo spunto, voglio soffermarmi sulla domanda iniziale:

Essere sui Social è davvero un’opportunità per le aziende? 

Opportunità aziende | Compromeglio

Da quando ho iniziato questo mestiere ho sempre sostenuto e creduto in questo: non basta esserci, ma bisogna farlo bene, con un fine chiaro e con un percorso da seguire.

Questo principio di base per me è indiscutibile e ci porta subito a voler mettere mano alle nostre pagine, creare una strategia, raccontarci al mondo.

Ma dopo circa 10 secondi di pensieri emozionanti su quello che vorremmo fare, ci viene il panico da foglio bianco e la solita domanda cruciale:

OK ma cosa pubblico??

mucca-1

Io credo sempre che il sentimento smuova tutto e oggi, più che mai, sono le emozioni sincere, di qualunque tipo, che smuovono le persone, anche sul web. Social e web sono continue conversazioni, opportunità di confronto e crescita, sono piazze virtuali dove ci sediamo al tavolo con tante persone e affrontiamo temi di vari tipi, molti dei quali professionali. Del resto il lavoro, oggi, occupa una grossa fetta del nostro tempo e dei nostri pensieri, e parlarne è un ottimo modo per confrontarci con il mondo.

E allora cosa racconteresti in merito alla tua attività, seduto ad un caffè con un perfetto sconosciuto?

Racconta la tua azienda nel modo più semplice, umano e reale che esista.

Dai alle persone che ti leggono (che potrebbero anche essere potenziali clienti) l’opportunità di sapere chi sei, come lavori, con quali principi, e fagli sapere come puoi essergli utile con i tuoi servizi o i tuoi prodotti. Non con dei post simili a spot pubblicitari o banner, ma piuttosto raccontando davvero ciò che sei, come svolgi il tuo lavoro ogni giorno, e quali sono i tuoi valori.

Mostra ai tuoi clienti uno spaccato della tua azienda, di cosa fai per loro e di cosa stai pensando per loro, aiutandoli nei loro dubbi e assistendoli se hanno avuto qualche problema, per fargli capire che ci sei, SEMPRE.

Dai ai tuoi fornitori uno spazio affinchè siano presenti anche loro, perché il lavoro di squadra, quello vero, è quello che vince, e anche loro saranno felici di fare altrettanto con te.

Ma essere sui Social è davvero un’opportunità?

Io dico SI, se la sappiamo cogliere. Se decidiamo di non esserci, di non avere una pagina Facebook o Linkedin o altro, o anche solo un profilo professionale, facciamo una scelta molto netta, ma non è detto che ci porti il risultato sperato. 

Ti è mai capitato di vedere su Facebook foto di amici, dove comprare anche qualcuno che non ha un profilo Facebook? Ecco. Lui c’è ma non lo sa.

Lo stesso può capitare per un’attività professionale: basti pensare a tutti i siti dove è possibile recensire un ristorante, un negozio, un centro estetico, o altro…. e non sempre queste recensioni necessitano dell’autorizzazione del proprietario dell’attività. Quindi potrebbe capitare di esserci, senza saperlo, e senza quindi poter interagire con quello che viene detto.

Decidiamo allora di esserci consapevolmente, sfruttando tutti gli strumenti a disposizione per lavorare meglio, farci conoscere, dare l’opportunità agli altri di capire chi siamo.

La domanda successiva è:

Devo necessariamente rivolgermi ad un esperto per gestire la mia immagine sul web?

Io dico: dipende. Dipende da cosa vuoi ottenere, dalle tue capacità e dal tuo tempo. Conosco tanti liberi professionisti e PMI che gestiscono in autonomia le proprie pagine, ottenendo ottimi risultati e aumentando la propria visibilità professionale.

Se decidi di occupartene personalmente, fallo davvero e seriamente. Perché le tue pagine hanno bisogno di cure, così come il tuo brand.

Se invece decidi di affidarti ad un collaboratore esterno, prima cerca sempre di avere le idee chiare, di capire comunque gli aspetti base del web e dei social, in modo da poter comprendere cosa ti viene proposto e se è realmente ciò che cerchi.

Qualunque sia la tua decisione:

Formati, costruisci la tua strategia, scegli gli strumenti adatti e i collaboratori adatti.

Vuoi approfondire questi temi?

Ti aspettiamo il 28 maggio a Bologna!

Corso-venditore3-compromeglio

 

Il cliente compra te, non il tuo prodotto!

Iscriviti su Compromeglio.com e inizia a fare la differenza.

ISCRIVITI ORA su Compromeglio.com

Oggi ti aiutiamo a fare la differenza anche con nuovi servizi personalizzati per la tua attività! Scopri i più adatti a te

Servizi Compromeglio per PMI    Servizi Compromeglio per liberi professionisti

 

Annunci